SoFraPa e Coworking Cowo: se due condivisioni si incontrano a Firenze.

Coworking firenze sofrapaLa realtà di SoFraPa Healthcare è focalizzata da sempre nel condividere informazioni e pratiche legate a un settore molto specifico: quello dell’emergenza medica e del primo soccorso.

Come unica realtà italiana dedicata esclusivamente a tutta la filiera dell’educazione in questo ambito, parte della sua attività è legata – appunto – ai corsi di formazione.

E cos’è un corso di formazione se non una sessione di condivisione di saperi?

Per quanto riguarda Rete Cowo® Coworking Network, invece, la condivisione riguarda un ambito diverso, ma la matrice è la stessa.Sofrapa Coworking Cowo Network a Firenze

Condividere uno spazio professionale in modo collaborativo – come prevede la vision di Cowo® – è un modo di mettere in pratica quello stesso principio di “sharing”, per dirla con gli amglosassoni, puntandolo sulla struttura fisica di un ambiente, dove intrecciare possibilmente anche qualche relazione.

In un Coworking la prima cosa da fare quando si entra è una stretta di mano con gli altri

Questo ci ha detto il fondatore di Cowo®, Massimo Carraro, quando è venuto a conoscere la nostra community.

Già questo, il contatto che prelude a una relazione, ci ha fatto pensare a quando – in ambito formativo, ma anche “sul campo”, quando è richiesta l’intervento pronto e competente di uno specialista – anche noi di Sofrapa apriamo un canale di comunicazione con persone a noi sconosciute, che vengono a formarsi nei nostri corsi oppure che richiedono un nostro intervento, per condividere con loro tutto ciò che c’è da sapere nelle conoscenze, nelle tecniche e nelle pratiche di un soccorso.

Condividere, quindi, è il nostro pane quotidiano, è il fulcro del nostro mestiere.

Da oggi la condivisione si estende agli spazi fisici della nostra sede in via Panciatichi 106 a Firenze, dove nasce il progetto Coworking Firenze Rifredi.

Postazioni, uffici, sale meeting e aula formazione a disposizione dell’ecosistema economico e professionale della città e della regione.

Perché – secondo noi – solo chi condivide cresce nel modo giusto.

Buon lavoro a tutti!

1 Comment

Post a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *